Confservizi Veneto per l’INNOVAZIONE della PA: strategica la FORMAZIONE universitaria sulla strada maestra orientata dallo Sviluppo Sostenibile. Obiettivi di Responsabilità Sociale d’Impresa per il NETWORK VENETO

Confservizi Veneto continua la propria attività per offrire un contributo all’Innovazione della Pubblica Amministrazione.

Nel corso dell’ultima Assemblea associativa è stata confermata la scelta di investire nella FORMAZIONE a livello universitario e post-universitario sulla strada maestra orientata dall’EDUCAZIONE per lo SVILUPPO SOSTENIBILE come da progetti già in corso dal 2009 a Padova e Verona. In parallelo, il NETWORK VENETO di Confservizi punta ad attuare nei fatti la CSR e il nuovo Standard ISO 26000 sulla Responsabilità Sociale d’Impresa.

“Confservizi Veneto – sottolineano all’unisono il Presidente Lamberto Toscani e il Direttore Nicola Mazzonetto – sta provando ad attuare questo importante obiettvo strategico a favore del proprio NETWORK VENETO, ovvero siamo orientati a partecipare alle forme di innovazione che riteniamo possibili al fine ripensare i modelli di gestione della Pubblica Amministrazione per renderli sempre più flessibili ed agili, trasparenti, efficaci e partecipativi e funzionali al servizio della comunità locale”.

Nel concreto, l’attuazione della strategia passa attraverso l’asse trasversale della formazione a tutti i livelli.

Confservizi Veneto ha infatti sottoscritto diversi impegni e accordi istituzionali. La strategia sul piano pratico mira a sensibilizzare e sostenere le aziende associate. L’obiettivo fondamentale punta a rafforzare il NETWORK VENETO per essere ancora più pronti a raccogliere insieme le decisive sfide dell’Innovazione.

Quindi, alla luce di tali orientamenti e obiettivi, Confservizi Veneto evidenzia le seguenti importanti collaborazioni di successo con la CNI UNESCO in ambito DESS per l’Educazione allo Sviluppo Sostenibile, con la CCIAA di Padova e la CCIAA di Verona per la Responsabilità Sociale d’Impresa e le attività operative con nel mondo universitario attuale e in divenire prossimo, come ad esempio con l’Università di Padova e Università inglesi di Brighton e Sussex:

  1. SVILUPPO SOSTENIBILE > Il Presidente Lamberto Toscani ha recentemente ringraziato la CNI UNESCO per  i due anni del lavoro in corso avviato da Padova e svolto sull’Educazione alla Sostenibilità con il riconoscimento DESS e il Direttore Mazzonetto non ha mancato di spiegare gli obiettivi 2011, ad esempio quelli relativi alla Mobilità Sostenibile. In questo settore di attività, nel workshop padovano del 9 novembre 2010, è emersa la disponibilità per attuare programmi con “AGE Speciale” grazie alla sensibilità manifestata dal Sindaco di Sant’Elena Emanuele Barbetta che ha partecipato attivamente insieme a dirigenti scolastici ed educatori con la supervisione di Nicola Tognana per il DESS e il Patrocinio di Unioncamere Veneto, Unione Regionale delle Camere di Commercio del Veneto;
  2. CSR ISO 26000/RESPONSABILITA’ SOCIALE D’IMPRESA > Questo importantissimo settore di attività operativa è integrato con le attività di Educazione allo Sviluppo Sostenibile ESS. Molto materiale è disponibile online su FACEBOOK, sul canale YOUTUBE di Confservizi Veneto dedicato alla materia, sul sito WEB di riferimento regionale e sul canale tematico regionale delle slide PDF. Per i progetti specifici in corso c’è il sito web ufficiale 2010 con la CCIAA di PADOVA e il sito ufficiale con la CCIAA di VERONA 2010;
  3. FORMAZIONE UNIVERSITARIA > A livello territoriale Veneto, ma aperti alla partecipazione di studenti lavoratori da ogni parte d’Italia, sono operativi alcuni percorsi di studio universitario con innovativi corsi di Laurea Triennale. La proposta formativa è in fase di ampliamento ed è di eccellenza regionale. E’ stata raccolta grande partecipazione e adesione, infatti, sono già oltre 200 studenti lavoratori. Hanno aderito amministratori, dirigenti, funzionari e addetti con vari ruoli nelle aziende del “NETWORK VENETO”;
  4. FORMAZIONE UNIVERSITARIA IN EUROPA > A livello europeo, grazie a convenzioni internazionali promosse e sottoscritte alcuni anni fa da Confservizi Veneto con diversi partner istituzionali europei, ogni anno si tengono corsi residenziali a costo calmierato e rivolti a studenti lavoratori. Nel 2010, ad esempio, si sono tenuti due distinti corsi in UK  presso l’Università di Brighton (livello medio-basso) e quella di Sussex (livello medio-alto). Si tratta di attività formative con frequenza obbligatoria di 20 ore a settimana, per un totale di 40 ore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...